The Beach of Snarkitecture


The Beach è una installazione interattiva di architettura progettata da Snarkitecture, gruppo fondato da Alex Mustonen e Daniel Arsham nel 2008. I due new-yorkesi lavorano al confine tra arte, design e architettura. Il loro nome è ispirato dal poema di Lewis Carrol del 1874 “La caccia allo Snark (The huntinh of the Snark).” Lo Snark è un immaginario mostro protagonista di questo divertente racconto al confine con il non sense.

Si tratta di una spiaggia bianca, un monocromo suggestivo ottenuto usando quasi un milione di palline di plastica, inserite in una grande buca di quasi 1000 metri quadrati, realizzata nel grande salone del National Building Museum di Washington DC. Si ottiene una sorta di artificiale giorno d’estate in spiaggia ma deprivato di ogni elemento naturale: materiali da costruzione standard come ponteggi, muri a secco, e specchi sono infatti utilizzati per creare l’involucro che porta a questo oceano di 750.000 palline di plastica riciclabili.